Tutto quello che vorresti sapere lo trovi sul sito di Un pediatra per amico
  Home   |   Chi siamo   |   Dove siamo   |   Lo studio   |   Visite   |   Certificati   |   Prescrizioni  |   Consigli   |   Servizi  |   Contatti  |   Link
Novità
 Non ci sono novità al momento.
Serve il cortisone in aerosol per la tosse e il raffredore?

 

L’uso dei cortisonici inalatori quali Clenil, Prontinal (beclometasone)  Aircort, Pulmaxan (budesonide)  Flunitop (flunisolide) Fluspiral, Flixotide (fluticasone) non è giustificato al di fuori di due precise malattie: asma persistente e laringite. Nella realtà questi farmaci vengono utilizzati quasi ogni volta che un bambino presenta raffreddore o tosse, nonostante numerosi studi ne abbiano dimostrato l’assoluta inutilità.

In proposito Marchetti e Longo (Medico&Bambino 10-2006 pag 619) scrivono:

“ … Si può desumere che in molti casi la prescrizione è

consapevole della non efficacia dell’intervento e diventa una

sorta di “placebo” impuro che potrebbe avere altre soluzioni

meno diseducative e più economiche. Ma questa “cattiva abitudine”

italiana, che non si è modificata nel tempo, ha come ricaduta

negativa il processo dell’autoprescrizione da parte dei

genitori, meno consapevole (attesa di cura) e pertanto meno

motivata e non esente da rischi…”

 

“…Trattamenti prolungati nel tempo determinano un significativo rallentamento

della crescita. …”

e

“…  l’Italia è l’unico Paese che ha “licenziato” le sospensioni

per nebulizzazione di beclometasone e flunisolide

per un uso nel trattamento della rinite e delle malattie infiammatorie

rino-faringee, in assenza di dati di efficacia… “

inoltre

“…molti pediatri sono consapevoli di questa “anomalia”

italiana che riguarda l’uso eccessivo della terapia aerosolica

con cortisonici inalatori in presenza di qualsiasi infezione respiratoria… “

 

più recentemente Ventura (Medico&Bambino 8-2012 pag 489) afferma (con troppo ottimismo?)

“… Di certo siamo sicuri che nessuno utilizzerà

più questi farmaci nei casi in cui dimostratamente

non servono, come il bambino con infezioni respiratorie ricorrenti,

tosse persistente, “moccoli” nel naso… “

 

In pratica, se vostro figlio ha la tosse, meglio non fare nulla piuttosto che fare l`aerosol con il cortisone (o richiederlo al pediatra).

 

Bibliografia

1. Gruppo di lavoro ARNO-Pediatria 2003. Progetto ARNO. Bambini e

farmaci. Il profilo prescrittivo della popolazione pediatrica italiana nelle

cure primarie. Ricerca & Pratica 2004;120:221-94.

2. Tomerak AA, McGlashan JJ, Vyas HH, McKean MC. Inhaled corticosteroids

for non-specific chronic cough in children. Cochrane Database

Syst Rev 2005;CD004231.

3. Russell K, Wiebe N, Saenz A, et al. Glucocorticoids for croup. Cochrane

Database Syst Rev 2004;CD001955.

4. Russell G. Very high dose inhaled corticosteroids: panacea or poison?

Arch Dis Child 2006;91:802-4.

 


Dr. Alberto Neri
Via Palestro 36 (e P.zza Buozzi 14 Pontelagoscuro)
44100 Ferrara (FE)
Email: nerial58@gmail.com